Workshop “La funzione del Security manager”


Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax: 06 5406776 - email: ufficio.stampa@anmil.it


ANMIL Onlus in collaborazione con ANMIL Sicurezza, ha voluto promuovere un workshop su “La partnership pubblico-privato e la funzione del Security Manager” il  13 novembre 2012 presso la Scuola di Polizia, al fine di valutare le prospettive future di evoluzione della disciplina sulla Security aziendale anche nell’ottica della qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi.
Nel corso dell’evento si sono approfonditi i possibili ambiti di collaborazione tra le istituzioni di Sicurezza nazionale e la funzione di Security aziendale, esaminando le possibili sinergie anche sul solco delle raccomandazioni degli organismi internazionali. Tali riflessioni assumono ancor più rilievo alla luce delle note contingenze internazionali potenzialmente incidenti non solo sulla sicurezza negli ambiti aziendali ma anche su primari interessi dello Stato.
Vanno pertanto ampliati e delineati gli spazi di collaborazione con le entità statuali preposte alla sicurezza al fine di rafforzare e migliorare il dispositivo di reazione rispetto alle tipologie di eventi che possano compromettere la stabilità del business, l’integrità delle persone e la sicurezza delle infrastrutture. È in tale contesto che la figura del Security Manager può rappresentare il punto di congiunzione tra le esigenze pubbliche e quelle private.
È in tale ambito che ANMIL ha inteso dare avvio ad un progetto che si avvarrà del contributo scientifico di ANMILSicurezza (ente costituito dall’Associazione per la realizzazione di studi, ricerche, sviluppo di progetti e formazione in materia di salute e sicurezza) per dare rigore normativo a tale funzione presentando alla Commissione Consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro (art. 6, d.lgs. n. 81/2008) una proposta di integrazione della normativa vigente che preveda per le realtà produttive (pubbliche o private) - che possano anche costituire obiettivi sensibili con speciali esigenze di sicurezza ai sensi dell’Allegato D, Sezione III art. 3.b.1 del Decreto del Ministero dell’Interno n. 269 del 2010 - l’obbligo di valutare il rischio Security e strumentalmente assegnare a figure qualificate e dotate di adeguate competenze tecniche, quali i Security Manager, compiti di gestione e controllo delle predette fonti di rischio.

 

Scarica il pdf della pubblicazione degli atti del workshop